Invito a casa

Non me lo aspettavo, è stata una cosa inattesa, ma una mia coetanea molto interessante ieri sera mi ha invitato a casa sua.
Tralascio una descrizione di lei per ovvi motivi, preferisco essere riservato e forse non dovrei scriverne, almeno non qui, non è una cosa elegante da fare, però posso condividere l’aspetto generale e umano della cosa, ci può rendere tutti più uniti.
Eravamo rimasti d’accordo che andavo da lei dopo cena, verso le 23:00. Salgo a casa sua poco dopo l’orario che ci siamo detti. Sembra serena e sorridendomi mi invita a mettermi comodo, posso sedermi dove mi pare, si scusa per il disordine. Le dico che una casa in disordine vuol dire che è piena di vita, quindi può stare tranquilla senza preoccuparsi. Parliamo un poco di fattarelli e cose poco importanti; le chiedo se le dispiace se guardo in giro perché mi piace molto osservare gli ambienti. Mi rassicura subito e dice che piace anche a lei osservare queste cose, per capire le persone. Dopo qualche minuto che parliamo le chiedo dov’è il bagno. Mentre mi lavo le mani osservo come per abitudine anche questo ambiente, il più intimo della casa.
Bene, è arrivato il momento, mi guardo allo specchio, penso bene a cosa si deve fare, qui entra in gioco l’onore, la reputazione, la stima re’ ‘e cumpagni e tutti questi guai dell’universo maschile che poi boh, alla fine chi se ne importa, ora devo pensare solo a lei… Faccio ritorno, la guardo dritto negli occhi e le dico con voce sicura, profonda e tranquilla: – “Ho visto un po’ di cose che tieni, e ho visto pure dei cosmetici sul mobile del lavandino, così senza pensare, stavano là sopra… Ora non per qualcosa, non vorrei dire cose di cui non sono competente, ma tu lo sai che ci sta nei cosmetici? Ci mettono pure la paraffina che è un derivato del petrolio, io mo’ non ho studiato tantissimo gli idrocarburi però scusa, magari ti metti una crema che è come se l’avesse fatta l’Agip, te miett’ ‘a faccia ‘int’ ‘a nafta faje prima, la pelle non respira, poi ci puoi trovare scritto tipo Isopropyl Hydroxybutyramide Dimethicone Copolyol, che cos’è ‘sta robb’? Costano pure un sacco di soldi, ti possono nuocere, leggi bene l’etichetta!” -. Lei mi guarda prima perplessa e poi fa la faccia strana – evidentemente pensava alla roba chimica che mettono nei cosmetici -, mi ringrazia di queste informazioni e mi chiede di andarmene da casa sua; io la saluto e torno a casa contento di aver fatto il mio dovere, accendo il computer e guardo su YouTube un cartone animato di Paperino.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...